Come aumentare i Clienti

Come trovare i clienti sul Web: come devi fare? 

Come aumentare i clienti è ormai il principale obiettivo che dovrebbero tenere in considerazione tutte le imprese e i liberi professionisti italiani (e non solo). Lo so, non hai bisogno di dirmelo… c’è la crisi economica, la gente non vuole spendere di più e fatichi ad andare avanti…

Ma sei sicuro che i tuoi problemi dipendano solo da questi motivi? Sei sicuro che la tua comunicazione aziendale sia quella più professionale e più adeguata per il mondo in cui oggi viviamo? Sei certo che, al di là della crisi, non puoi migliorare sin da oggi la comunicazione del tuo brand attraverso alcune strategie di marketing che fino a oggi non conoscevi?

Per questo motivo, ho deciso di scrivere questo articolo in cui, continuando il discorso che abbiamo inaugurato nel precedente, ti indicherò altre strategie per attirare i clienti e promuovere la tua attività sul web (che sia di tipo tradizionale o un e-commerce non ha nessuna importanza) che ci mette a disposizione delle opportunità da non farsi sfuggire. Naturalmente (ma questo lo do per scontato) dovresti avere, sin da oggi, chiari gli obiettivi che vuoi raggiungere, che siano di vendite, acquisizione di potenziali clienti, incremento dell’autorevolezza del tuo brand, eccetera.

Apri il tuo Blog e fornisci contenuti di Valore per aumentare i clienti

Come ti ho indicato nel precedente articolo, la prima cosa che devi fare per trovare clienti, non è tentare di vendere, ma creare una Community, cioè persone interessate ai tuoi contenuti che abbiano una forte fidelizzazione nei tuoi confronti.

E qual è il modo più semplice, più immediato per fornire un contenuto interessante al tuo target? Aprire un blog e creare contenuti (in qualsiasi tipo di formato: video, articoli, audio, ecc) che riguardano l’argomento della tua attività.

Immaginiamo che tu sia un avvocato. La prima cosa che farei è aprire un blog e scrivere articoli, non solo su temi specificatamente giuridici (cerca di non essere mai noioso), ma anche temi di attualità su cui puoi mostrare la tua competenza.

In questa prima strategia di web marketing, ti vengono incontro i motori di ricerca. Infatti, se gli articoli saranno ottimizzati per la Seo (Search Engine Optimization), potrebbero comparire nella prima pagina dei risultati di Google (e in questo modo avrai gratis visitatori interessati ai tuoi contenuti).

Ottimizza i tuoi articoli per la SEO

Voglio darti qualche indicazione per ottimizzare il tuo articolo per la Seo (in altre parole, per essere più simpatico a Google). Naturalmente, non sarà un articolo tecnico su come posizionare al meglio il tuo articolo per i motori di ricerca (non ne avrei neanche le competenze e l’esperienza), ma ti darò alcune piccole e semplici indicazioni che puoi seguire anche tu:

  1. Scegli la Keyword. Ogni articolo deve essere ottimizzato per una singola parola chiave (keyword) Che cosa è la parola chiave? Nient’altro che la parola che i tuoi potenziali lettori cercheranno su Google e che dovrebbe dargli come risultato il tuo articolo. Torniamo all’esempio dell’avvocato e immaginiamo che abbia scritto un articolo sulla riforma costituzionale. La parola chiave avrebbe potuto essere: “Costituzione”, “Riforma Costituzionale” o una cosa del genere. Naturalmente esistono parole chiave con più o meno ricerche (anche sul medesimo argomento) e con più o meno concorrenza. Per trovarle e utilizzare le migliori, ti consiglio di utilizzare tools a pagamento come SemRush o SeoZoom.
     
  2. Scegli anche Keyword correlate. Ogni articolo deve essere ottimizzato per una singola parola chiave. Ma ti consiglio di non fare “keyword stuffing”, cioè quella strategia, che andava di moda dieci anni fa, con cui gli articoli venivano riempiti in modo non naturale di parole chiave (oggi questa strategia non solo non ti porterà alcun vantaggio ma, anzi, potresti essere penalizzato da Google). Piuttosto, utilizza keyword correlate, cioè dei sinonimi (per trovare le keyword correlate con un buon traffico, ti consiglio di utilizzare anche in questo caso SemRush o Seozoom).
     
  3. Inserisci la keyword all’interno del Titolo, del Sottotitolo, delle Intestazioni e delle Immagini. Come ti ho già detto, evita di fare keyword stuffing, ma utilizza la parola chiave all’interno di un discorso naturale e non fare forzature.  Detto questo, cerca però di inserirla (almeno) all’interno del titolo, del sottotitolo, del primo paragrafo, dei titoli dei paragrafi e dell’immagine (sia come nome file che come titolo alternativo).
     
  4. Fai link building. Scrivi articoli su altri siti (in tema col tuo) inserendo un link alla tua home page e a un singolo articolo (in base all’argomento del tuo contenuto) che ti interessa far salire suoi motori di ricerca.


Pubblicizza i tuoi Articoli

La Seo, però, non può essere l’unico sistema per promuovere i tuoi articoli (anche perché, in media, ci vogliono mesi prima che Google si accorga di te). Ma decidi un budget per la loro pubblicizzazione.

Secondo la mia esperienza, ti consiglio di utilizzare Facebook Ads (la pubblicità di facebook) con cui potrai raggiungere un pubblico illimitato (Facebook ha un miliardo di utenti attivi in tutto il mondo) e mostrare l’articolo solo a utenti in target. Inoltre, in un momento successivo, potrai promuovere le tue Landing Page (ne parliamo tra poco) soltanto a chi ha letto i tuoi articoli (questa strategia viene chiamata Retargeting).

Apri un canale Youtube

Un’altra strategia che ti consiglio per acquisire clienti, è quella di aprire un canale youtube. Tieni in considerazione due elementi:

  1. La comunicazione si sta spostando sempre più sui video che, rispetto ad altri formati, ha il vantaggio di racchiudere in se tutti gli elementi (audio, immagini e testo)
     
  2. Youtube è il secondo motore di ricerca del mondo dopo Google (non dirmi che non sei mai andato su youtube a cercare un tutorial)

Non devi confondere, però Youtube con la televisione e la gestione del tuo canale dovrà essere diversa. In altre parole, gli spot pubblicitari su Youtube non hanno nessun senso. Piuttosto, fai vedere la tua faccia, aiuta il tuo pubblico a risolvere un problema o un bisogno, se sei un libero professionista dedica un giorno al mese a rispondere ad alcune domande (questo tipo di video in gergo si chiamano Q&A), incrementando in questo modo anche il passaparola.

Ricorda però sempre che sei su youtube per fare business e creare attenzione verso la tua attività. Quindi ti consiglio di evitare, a meno che non hai veramente tantissime persone che ti seguono (non meno di 100.000 follower), la monetizzazione immediata (la pubblicità su Youtube) che renderà più “fastidioso” vedere i tuoi video e limiterà la loro portata.

Per rendere più trovabile il tuo video, infine, scrivi dei titoli accattivanti, inserisci i tags (che sono le keywords di youtube) e, nella descrizione, metti i link ai tuoi contatti (anche della tua Landing Page).

Fai iscrivere i tuoi potenziali clienti alla tua Mailing List

Ma scrivere articoli per il blog del tuo sito web o fare video su Youtube non basta. Perché?

Perché se anche riuscissi ad avere centinaia di migliaia di lettori o di follower, come fare a ricontattarli?

Come proporgli i tuoi prodotti o i tuoi servizi?

Per questo motivo, devi cercare in tutti i modi di farli iscrivere alla tua Mailing List.

Il sistema più utilizzato è quello di creare una campagna pubblicitaria con Facebook Ads che indirizzino i tuoi potenziali clienti a una Landing Page in cui, in cambio della loro mail, tu gli fornirai un contenuto di estremo valore.

Fino a qualche anno fa queste inserzioni erano “a freddo”. Cioè indirizzate a un pubblico che ancora non ti conosceva, magari “targetizzandolo” in base all’età, al luogo dove vivevano, agli interessi.

Molti imprenditori, liberi professionisti e marketer lo fanno ancora. Io ti consiglio di utilizzare un sistema più avanzato, creando cioè delle inserzioni che invierai soltanto a chi già ti conosce (cioè ai fan della tua pagina facebook e/o chi ha letto i tuoi articoli e visitato il tuo blog).

Cosa devi scrivere alla tua mailing list

Torniamo, per un’ultima volta, all’esempio dell’avvocato. E immaginiamo che Luigi (chiamiamolo in questo modo) abbia aperto il suo blog e il suo canale Youtube, pubblicato video e scritto articoli di valore e di qualità, creato la sua presenza sui Social Media (Facebook e Linkedin soprattuto) e le prime inserzioni su Facebook Ads per incrementare la sua mailing list.

Le iscrizioni vi sono ogni giorno… ma a questo punto a Luigi viene un dubbio… “Ok ma cosa devo scrivere a coloro che si sono iscritti alla mia mailing list? Gli devo dire subito di prendere un appuntamento?”.

No, Luigi, fermati un attimo. Aspetta. Non fare come tanti “marketer” improvvisati che, una volta che ci siamo iscritti alla loro mailing list, iniziano a tempestarci di “offerte imperdibili”, senza neanche dirci ciao, chiederci chi siamo, perché ci siamo iscritti alla loro mailing list.

Non so te, ma quando trovo sulla mia strada persone del genere, non divento certo loro cliente, ma mi cancello immediatamente dalla loro mailing list. Mi auguro tu comprenda il discorso e concordi sul fatto che sia indispensabile fare diversamente, non credi?

Prova a fare una cosa diversa. Devi, innanzitutto, cercare di comunicare con i tuoi potenziali clienti e creare una relazione personale con loro. Quello che ti consiglio, per essere più efficace, è di creare un follow up (una serie di email automatiche) in cui ringrazi l’iscritto per averti dato fiducia, ti presenti, racconti la tua storia, gli invii gratuitamente dei contenuti di valore (nel caso di Luigi potrebbero essere, ad esempio, dei Pdf in cui spiega come risolvere uno specifico problema legale) e dopo, soltanto dopo, iniziare a proporgli la vendita di qualcosa (un servizio, una consulenza, prodotti online o fisici).

Per piacere… ti consiglio di evitare di ripeterti frasi tipo “ma il mio settore è diverso… con me queste cose non funzioneranno mai… ci sta la crisi…”.  Perché questo sistema di marketing funziona (ovviamente personalizzandolo) per tutti i settori, tutte le nicchie… tutti possono avere successo, crisi o non crisi. E nei prossimi anni ha una potenzialità di crescita veramente straordinaria.

Voglio fare una scommessa con te: inizia a seguire, passo passo, tutti i consigli, le tecniche, le strategie e gli strumenti di web marketing che ti ho fornito.

Tra qualche mese, torna qui e dimmi la tua esperienza, se non sei riuscito a incrementare il tuo business e il tuo fatturato, aumentare le vendite e la tua clientela rispetto a oggi.

Ci stai?

 

Lasciami un commento qui sotto, facendomi sapere se qualcosa non ti è chiaro. Ti risponderò personalmente come sempre.