Energia!

48272-unlimited-enthusiasm

48272-unlimited-enthusiasmSembra che in tutto ciò che ci riguardi l’energia con cui affrontiamo le cose determinano il gradiente di successo che avremo. Più energia ci metti, più successo avrai. È una legge della vita, non è una teoria, non è un postulato, è una legge facilmente riscontrabile in tutta la natura e nei processi in cui la vita ha luogo.

Due esseri viventi si incontrano, quello con maggior energia vince!

Anche nelle vendite è così.

Qui non parlo di vendita, parlo di energia, ma visto il mio background posso parlare di esperienze concrete, vissute, piuttosto che di teoria. Tu potrai in autonomia fare dei parallelismi nella tua vita, se pensi che la vendita non ti riguarda.

Ho passato anni a lavorare con i venditori, insegnando tecniche di vendita… le inventavo di tutte i colori. Facevamo giorni di role playing! Ho insegnato di tutto: dalle tecniche di vendita e ai meccanismi di persuasione non verbale.

Passavo ore a scrivere script che potessero funzionare (ho raccolto più di 300 script, domande ecc. che funzionano per chiudere le vendite, se le usi!!! – Prima o poi farò un libro e lo venderò!).

Ho studiato, imparato, provato e insegnato la persuasione, lo spin, le tecniche suggestive e di manipolazione più spinte, ho studiato la pnl nel suo approccio linguistico esclusivamente per insegnare agli altri a vendere di più!

I risultati erano sempre sufficienti e quindi per me una schifezza!

Ci sono stati momenti in cui tutto ciò era frustrante. Non che per me fosse difficile vendere, anzi più studiavo più miglioravo. Nelle mie vendite ho alte percentuali di chiusura delle trattative e mi diverto sempre tantissimo.

Però con i venditori sembrava che qualcosa non andasse, c’era l’elemento segreto, che non capivo.

A me non mancava, evidentemente, ma non riuscivo a capirlo e quindi ad insegnarlo. Ci sono stati momenti in cui ho pensato di non essere un bravo trainer. Poi un giorno…

Ero in affiancamento con un venditore ed un cliente inizia a rompere le scatole, sai come fanno quelli “contro”, vero?

Quelli che sembra abbiano sempre un’obiezione o qualcosa da ridire a qualsiasi cosa il venditore cercava di proporre.

Accidenti era difficile! Così intervenni…. (non avrei dovuto farlo, ma …. alle volte, insomma… chi se ne frega!).

Alzo lo sguardo, guardo diritto negli occhi il cliente e gli pongo una domanda, facendo finta di non aver capito bene cosa stesse dicendo: “Mi scusi, mi aiuti a capire, lei sta dicendo che ….?”

E gli vomito addosso tutte le ca…te che stava dicendo (tecnicamente: ho riformulato le sciocchezze che stava asserendo!).

Questo mi guarda, abbassa lo sguardo per un attimo, calma il tono e la discussione va avanti …. alla grande! Insomma in 10-15 minuti, vendita effettuata (per inteso… si chiama fortuna!).

Dalla mia domanda in poi il tono dell’umore del cliente cresce sempre di più. Finita la vendita si rimane a chiacchierare con il cliente qualche minuto e lui mi chiede di cosa mi occupo, così gli dico che faccio il trainer e lui mi dice: “Si vede, ha un’energia molto differente da tutti gli altri venditori! La vendita è un fatto di energia e di carisma!”

Beh, vorrei dirti che da qual momento in poi ho capito il segreto della vendita e ho preso consapevolezza di ciò che faceva la differenza davvero in me. Infatti, quando ho iniziato a vendere, non conoscevo tutte le tecniche che insegnavo da trainer, ma vendevo eccome!

Mi ci è voluto tempo, riflessione e tanti altri errori. Il mio approccio sempre scientifico ed abituato a quei toni un po’ noiosi e senza alcuna energia di certi miei insegnanti (NB: c’è differenza per me tra insegnante e trainer, e tra i due non è il ruolo dell’insegnante quello che apprezzo di più!) credevo che non ci si dovesse mettere troppo entusiasmo nella vendita, o meglio l’entusiasmo lo davo per scontato…

Non ricordo cosa è stato, quando l’ho capito, ma semplicemente un giorno arrivai alla conclusione che per vendere di più bisognava metterci più energia. Alla fine mi bastò avere un po’ più di consapevolezza.

Ovviamente non si tratta soltanto di vendere, questa regola è vera per tutti gli ambiti della vita. Dall’apprendimento alla seduzione, dal lavoro alla lotta!

Tutto necessita di energia! L’energia che metti determina il successo che hai.

Ma cos’è l’energia?

Qualcuno asserisce che è un attitudine mentale. Il che è vero, almeno in parte. O meglio se intendiamo con la mente l’essere pensante si, altrimenti l’energia non può essere soltanto riferita alla mente. Io direi che l’energia, intesa come entusiasmo, è uno stato naturale dell’essere.

L’entusiasmo e l’energia è lo stato naturale dell’essere umano.

Qui si apre un bel paradigma… Nessuno può insegnare l’entusiasmo o l’energia.

Ora guardo ai miei bambini.

Sono nati ricchi di entusiasmo e di energia. Alle volte li vedo tornare da scuola scarichi, senza energia, fiacchi! Poi si ricaricano, riprendono la loro naturale energia, io e mia moglie facciamo molto per aiutarli e sentirsi entusiasti, parliamo moltissimo con loro, alle volte e dura, sono piccoli, ma riteniamo questa un’importante priorità

Guardo me.

Sono nato con un grande entusiasmo e ad oggi è ancora un tratto che mi caratterizza. Eppure ci sono momenti, situazioni, condizioni in cui mi sento fiacco, poco energico…. alle volte mollerei.

Poi ricordo mia madre e gli stimoli che lei mi dava ad “andare sempre avanti” malgrado tutto e tutti, così in me si accende la modalità “guerriero” e vado avanti ancora più forte.

Quando capii che questa era una cosa che dovevo insegnare, capii subito dopo che non c’era niente che potessi realmente insegnare.

Perché l’entusiasmo e l’energia alta è naturale, ma, nel corso della nostra storia, noi raccogliamo in una parte della nostra mente condizionamenti stimolo-risposta che diventano degli automatismi e sigillano la nostra energia.

Così sono arrivato, tempo fa, alla conclusione che più che insegnare dovevo insegnare a dis-imparare.

Perché vedi, qui non si tratta di imparare come fare ad essere entusiasti, bensì come fare a eliminare i condizionamenti che ti limitano ad essere il meglio di sé.

Il meglio di te” non è qualcosa che devi diventare, lo sei già. Il meglio di te è ciò che devi sprigionare.

Eliminando non solo tutte le convinzioni, credenze, ma tutto ciò che condiziona la nostra mente (che a volte sono anche inneschi umorali e tanti altri condizionamenti non spiegabili a parole, perché non si tratta di convinzioni, ma di esperienze vissute ad un livello subliminale) , riusciamo a liberare il nostro io, quello che io chiamo il “Genio della Lampada”.

A quel punto…. Ohh… credimi, non ce n'è per niente e nessuno.

Forse ti chiedi qual è la tecnica…. la risposta non è nella tecnica, ma nel percorso che decidi di fare. E quando inizi questo percorso, il livello di energia ed entusiasmo a cui vivrai quotidianamente sarà sorprendente.

Sorprenderai te stesso e gli altri a fare cose grandiose, le cose grandiose che per la natura celeste delle nostre anime siamo giunti su questa terra a compiere.

Personalmente ho intrapreso questo cammino tempo fa. Ho visto molta gente fermarsi e sentirsi soddisfatti, io non mi sento ancora del tutto ripulito, così continuo.

Intanto da diverso tempo insegno quello che ho imparato per “andare sempre avanti” ed i risultati sono straordinari.

Ora, poiché vengo dal mondo delle vendite, sono abituato a pensare che i numeri spieghino più delle parole, perché sono rappresentazione oggettiva dei fatti.

A tal proposito ho molti feedback sotto forma di numeri. Addirittura Team che hanno raddoppiato le vendite, gruppi di persone che hanno avuto incrementi di fatturati importanti. Gente che non ha mai guadagnato ciò che ha iniziato a guadagnare dopo i corsi fatti con me.

Non lo dico per vantarmi, anzi ho un’amica che mi da consigli su come diffondere il mio messaggio, lei mi rimprovera sempre dicendo che dovrei fare maggiore pubblicità a queste cose, pubblicando le lettere, i feedback ecc.

Alla mia amica: Qui dichiaro che sento sia giunto il momento di farlo e a breve dedicherò una sessione più strutturata in tal senso all’interno di questo blog! Quindi amica mia, stai serena…. Lo farò!

Ma torniamo a noi… non lo dico per vantarmi, lo faccio perché voglio promuovere questo modo di vivere, questo concetto del fare “pulizia”, del dedicare del tempo a verificare quanto le nostre reazioni, i nostri momenti di pigrizia, di “depressione” siano frutti di condizionamenti piuttosto che di fatti reali.

Nel momento in cui impariamo a gestire questi condizionamenti iniziamo ad esprimere il meglio di noi stessi e a quel punto, le cose accadono “malgrado noi stessi”, malgrado le condizioni ambientali, malgrado il nostro passato ecc.

Forse pensi che l’ambiente sia più forte della volontà e questo è dannatamente vero… fino ad un certo punto!

Ma da un certo punto in poi… l’ambiente viene forgiato dalla volontà e la storia dell’umanità lo ha dimostrato troppe volte.

Essere il meglio di sé dovrebbe essere l’obiettivo principale di ognuno di noi.

Io sono qui per promuovere questo!

E ti auguro di riuscire nella tua vita ad essere inarrestabile!

Antonio

PS: Se ti è piaciuto “Energia“, lascia un commento qui in basso, grazie!