Senza esitazione. Come conoscere la tua Mission personale ti aiuta ad agire senza esitazioni.

non esitare

non esitareQualche giorno fa mio figlio Matteo ha partecipato al campionato nazionale di climbing (arrampicata) nelle tre discipline tipiche di questo sport. La sua "specialità" è il boulder, cioè l'arrampicata senza corda su un percorso particolarmente difficile e tecnico (sotto alla roccia c'è un materassino).

Nella sua categoria è il primo in Toscana, ma alle nazionali si è confrontato con bambini molto più bravi di lui e con più esperienza, allenati da istruttori con più esperienza in palestre con tradizione maggiore della nostra di Firenze.
Iniziata la gara, lui parte dalla parete più difficile, il primo tentativo va a vuoto, il secondo ed il terzo, che approccia un po' giù di tono, vanno ancora peggio, così lui si gira, viene verso di me e dice: "basta, non voglio più gareggiare, meglio ritirarsi!".
Piange, si lamenta mentre tutti noi cerchiamo di convincerlo a risalire, fallendo miseramente. Poi arriva l'istruttore, un tipo di poche parole, che lo guarda, gli dice qualcosa e lo convince a riprovare su un'altra parete.
L'istruttore lo incita a bassa voce sussurrandogli: “Vai Matteo, senza esitazione!
Matteo sale, si prepara e al via inizia a salire: prima presa, seconda, poggia il piede e spinge in alto. Guarda la presa alta, troppo alta per lui, senza pensarci molto fa un salto e si aggancia con la mano destra, dondola un po' mentre io da lontano stringo i denti, gli amici lo incitano "vai Matteo, uhhhhh!". Lui aggancia un bordo con il piede, allunga l'altra mano e saldamente si mantiene ad un altro piccolo appiglio, poi aggancia l'altro piede e si tira su, ma il piede scivola perché la presa è troppo piccola, così si tira su con le braccia, in uno sforzo atletico notevole e passa alle prese successive, più stabili e sicure; il passo finale prevede la presa di una sporgenza con entrambe le mani, a questo punto senza alcun problema si aggancia e si gira per guardare il giudice di gara che gli conferma il superamento della prova.
Salta giù ed è felice!
Guarda l'istruttore per ringraziarlo e poi va dalla mamma, poi dagli amici che lo abbracciano.
Ora ci sono le prossime salite da affrontare, lo farà senza esitare, superandone alcune, altre invece saranno troppo difficili per lui, ma la prova più importante per me l'ha vinta.
La prova più difficile è stata agire senza esitazione.
Lo è sempre!

Ho visto quest'atteggiamento in varie occasioni nella mia vita:

  • di fronte ad un pericolo di vita. In queste situazioni molte persone, si danno da fare senza esitare; agire senza esitazione è l’unica strada per sopravvivere quando sei in pericolo.
  • Quando si è esperti della cosa che si sta facendo. Non so se ti è mai capitato di vedere un professionista oppure un artista all’opera, di solito agisce con mano ferma e senza esitare assolutamente. Come ho scritto in altri post, questo senso di “autoefficacia” è dovuto ad un insieme di elementi: le esperienza di successo, lo studio di modelli, la fisiologia e la persuasione (vedi l’articolo ….);
  • Infine c’è una situazione molto particolare, in cui una persona non è disperata (non c’è un pericolo di vita) e non è particolarmente esperta in ciò in cui si sta accingendo (pur avendo un minimo di abilità). Esistono momenti in cui si riesce ad agire senza alcuna esitazione, senza contro-intenzioni. Questo accade quando si sa cosa si vuole fare, si ha assoluta chiarezza d’intenti. Però questa chiarezza non sempre basta; esistono anche altri due fattori fondamentali che hanno a che fare con la tua Mission personale o scopo primario.

La Mission personale o scopo primario.

missionQuando sei impegnato verso qualcosa che è in linea con la tua mission le cose funzionano, riesci ad ottenere le cose che postuli, hai fortuna e così via.
Quando stai andando verso obiettivi che non ti riguardano, che non sono in linea con la tua mission ogni cosa è piena di ostacoli, tutto è difficile, ci sono mille problemi, sembra di avere sfortuna su ogni singola cosa da fare.
Lo scopo principale della vita ha a che fare con la tua stessa identità, rappresenta ciò che sei e rende tutta la tua vita più facile e divertente.
Non sto dicendo che non ci sono ostacoli, in realtà ci sono, ma li superi con molta facilità e spesso tali ostacoli si fanno da parte da soli. Tutto sembra andare meglio e tu sei più forte e soprattutto, agisci senza alcuna esitazione.
Personalmente quando mi trovo ad agire con un minimo di esitazione mi chiedo se quella cosa che sto facendo esprime la mia identità, la mia mission. Così quell’azione mi avvicina al mio scopo agisco, diversamente aggiusto il tiro e rivaluto ciò che sto facendo.
La domanda ora è: Come si fa a sapere qual è il proprio scopo primario?
Ci sono molti modi, alcuni molto più efficaci di altri, personalmente uso per i miei clienti un modulo di coaching dedicato, è molto efficace e alla fine del coaching non solo hai chiara la tua mission personale, ma hai anche un piano super dettagliato di cose da fare.
In ogni caso, come faccio di solito nel blog, voglio dare una strategia per risolvere questo problema in autonomia.
Esiste un buon modo di capire quale sia la propria misson senza aiuto esterno ed è chiederselo quotidianamente.
Ogni giorno, anche più volte a giorno puoi chiederti: “cosa voglio veramente?”
Vedrai che subito la tua mente darà delle risposte, la cosa importante è scrivere tutte le risposte, per metterle lì, fuori dalla mente, fare spazio e chiarezza.
Quindi: chiediti quotidianamente quale sia la tua mission personale, il tuo scopo primario, e scrivi le cose che ti vengono in mente ogni volta su un taccuino dedicato.
Per un po’ di tempo scriverai cose meno importanti, poi un giorno penserai qualcosa d’importante per te, saprai che è il tuo scopo primario perché sarà bellissimo, ti emozionerà, magari ti farà anche un po’ paura (è un buon segno), ma saprai in qualche modo che è il tuo scopo principale.
A quel punto potrai iniziare a pianificare tutto ciò che ti servirà fare per compiere la tua mission personale e nulla sarà più lo stesso.
Sii inarrestabile con la tua mission personale,
Antonio

PS: se questo articolo ti ha dato dei suggerimenti utili, pratici e semplici, se ti ha ispirato o semplicemente pensi che sia utile per i tuoi amici, condividilo, senza esitare!