Perché è fondamentale avere un coach, se vuoi ottenere risultati.

shutterstock_151074626

Questo post non è per tutti.

Se sei una di quelle persone che non vuole fare nulla della propria vita, fai pure e per favore smetti di leggere.

Ora.

Questo è un post per chi vuole di più dalla vita. Non per chi vuole lamentarsi che le cose non vanno. Ok, forse le cose non vanno come vorresti, ma tu sei disposta/o a fare qualcosa?

Se la tua risposta è: “Mah, dipende… non sono molto incline all’impegno!” allora ti prego, chiudi questo post.

Te lo chiedo perché non voglio che, leggendo, ti possa sentire invalidata/o da me. Non voglio proprio che accada.

 Se invece sei una persona che si sta impegnando o che è disposta a impegnarsi, allora potresti ritrovarti in uno di questi casi:

  • Vuoi di più, sei disposta/o a darci dentro alla grande e magari lo stai facendo, ma non sai in quale direzione. Seneca scrisse: “Le persone che non hanno una meta non vivono, vagabondano!”. Sono d’accordo. Tra l’altro, in accordo con gli studi sull’autoefficacia, sappiamo che una meta (e una meta di ampia portata) è uno dei principali fattori per essere felici. Questa è una verità assoluta: hai bisogno di una meta!
  • Sai dove vuoi andare, ma ti senti bloccata/o. Se rientri in questo caso, sappi che è solo un problema di autoefficacia percepita. La distanza tra te e i tuoi obiettivi è uguale alla distanza tra il tuo orecchio destro e quello sinistro . Il problema risiede dentro di te, almeno parte del problema. Detto ciò, anche la soluzione è dentro di te! Devi sapere che, nella maggior parte delle discipline di crescita personale, si dice che i blocchi nascono da convinzioni limitanti o traumi. In realtà, dopo dieci anni di studi sull’autoefficacia, posso dire che i blocchi che ti stanno trattenendo sono almeno sedici. Sì hai letto bene, sedici limitatori del tuo potenziale. Di fatto non esiste un blocco o una categoria, la via per l’espressione del tuo pieno potenziale non passa attraverso il superamento di un grande ostacolo, è più come levare tante piccole pietruzze - che non ti stanno facendo agire - dalle tue scarpe.
  • Sai dove vuoi andare e stai agendo, ma non sei ancora riuscita/o. Anche in questo caso gli studi del prof. Bandura sull’autoefficacia ci danno dei suggerimenti. Se stai agendo, ma non stai riuscendo, potrebbero esserci due ragioni:
  1. La prima è che tu ti stia sabotando. C’è qualcosa che ti sta bloccando, potrebbe essere uno dei 16 ostacoli di cui sopra, una contro-intenzione, una convinzione, qualcosa che hai lasciato in sospeso, un problema d’integrità…insomma la lista è lunga.
  2. Non conosci la strategia giusta. Oggi il mondo è pieno d’informazioni bislacche e false. Pieno di falsi miti, forse peggio del medioevo, perché Internet li diffonde più velocemente. Però ci sono anche una serie d’informazioni sensate, che sono alla portata di un click o di un libro. Basta sapere come cercarle.
  • Sai dove vuoi andare, ma non sei soddisfatto della velocità con cui stai proseguendo, magari fai un passo avanti e due indietro, prosegui a zig-zag, esitando, fasciandoti la testa per eventuali problemi futuri, plausibili, che non sono ancora realtà… però già ti tormentano.

Se non sei tra questi casi, fammelo sapere commentando qui sotto, perché sono curioso di valutare casi nuovi, c’è sempre da imparare.

coaching
coaching

Diversamente ti voglio spiegare perché hai bisogno di un coach.

Un coach, uno di quelli seri, ti aiuta a: -Comprendere dove vuoi andare; -Stilare un programma di attività da svolgere; -Rimanere saldamente sui binari verso i tuoi obiettivi.

Qualcuno dice che il tuo coach diventa un amico. Io non sono d’accordo, un coach diventa il tuo migliore amico e ti spiego perché. Un amico non sempre sa come aiutarti a comprendere quello che vuoi veramente, molti amici anzi funzionano come persuasori negativi e ti scoraggiano quando tu confidi loro quello che vuoi. Un tuo amico non è capace di stilare con te un programma di attività da svolgere ed è spesso transigente: se tu non rispettassi ciò che dici di voler fare, un amico ti direbbe che va bene così, incoraggiandoti per il tuo bene a non affaticarti troppo. Ma tu vuoi di più, vero?

Un amico si beve tutte le tue storie. Tutti noi ce le raccontiamo, la nostra mente c’intrappola in una serie di storielle assurde sul perché non possiamo, non dobbiamo o non abbiamo potuto. Un coach, pur senza invalidarti, è pronto ad ascoltarti e a non credere alle c….te che stai raccontando, non so se mi capisci …. è stato addestrato a non ascoltare la tua vocina.

Attenzione non voglio invalidare nessuno, non sto dicendo che tu dica bugie o ti giustifichi, sto dicendo che tu credi alle motivazioni che ti stanno spingendo a non agire. Motivazioni che la tua mente ti dà in automatico (sotto forma di vocina…quella vocina che ora stai ascoltando e ti dice: “Quale vocina?”).

Sai perché lo so? Perché ho il tuo stesso problema… infatti spendo migliaia di dollari ogni anno (la mia coach vive negli USA) per farmi aiutare.

E i risultati si vedono.

Oggi vivo la vita che desideravo vivere, lavoro meglio, meno, più intelligentemente e produco da morire:

  • Ho scritto un libro, che è un bestseller su amazon eho ricevuto solo recensioni positive.
  • Ho lanciato un corso on-line ed i partecipanti sono entusiasti ed hanno ottenuto dei risultati importanti.
  • Ho in preparazione un altro libro.
  • Tengo ogni mese almeno 5 giornate d’aula per aziende clienti.
  • Ho un numero importante di clienti che seguo personalmente come coach.
  • In questi giorni sto pianificando dei corsi in aula per clienti privati.
  • Oltre a tutto ciò, ho un blog che curo personalmente, seguo i miei social e vado in palestra sistematicamente.

Senza contare il tempo libero con gli amici.

E sai una cosa? Passo più tempo con mia moglie e i miei figli di quanto non facessi prima, quando la mia vita era piena di desideri incompiuti, pieni di “vorrei, ma non posso”. Ora sono più presente a me stesso e più presente per loro.

Pensi davvero che la vita debba essere una serie di ore noiosamente spese a far qualcosa che non ti appassiona?

Pensi davvero che il coaching non faccia per te?

O è solo una storiella?

Io non lo so e non posso saperlo, quello che so è che tutti coloro che iniziano producono di più, sono più soddisfatti e ripensando a quando erano bloccati, sorridono di sé stessi.

Ora, seguendo le regole del web-marketing che mi hanno insegnato, dovrei fare una “call to action”, cioè una chiamata all’azione. La verità è che io non sono ancora bravo nel web, insomma… ho i miei limiti , ci sto lavorando e infatti sto cercando un aiuto serio e qualificato. Però voglio che tu sappia una cosa: ho tre slot liberi per fare coaching a tre nuovi clienti.

Se sei interessato, puoi scrivermi direttamente a panicoantoniot@gmail.com raccontandomi il tuo caso. Ti risponderò personalmente e ci metteremo d’accordo per una sessione gratuita per capire se posso aiutarti.

Così senza impegno, tra amici, come piace a noi.

Sii inarrestabile,

Antonio