Autoefficacia

NEUROSCIENZE E AUTOEFFICACIA

NEUROSCIENZE E AUTOEFFICACIA

Oggi voglio parlarvi di alcuni aggiornamenti sul mondo delle neuroscienze e dell’impatto che l’Autoefficacia ha sul cervello umano.

LEADERSHIP ED AUTOEFFICACIA

LEADERSHIP ED AUTOEFFICACIA

Oggi si parla di leadership e della connessione che questa competenza ha con l’autoefficacia.

Leadership è l'unica parola che si usa in italiano moderno per tradurre il verbo latino "Ducere", cioè condurre, guidare, comandare.

[#AUTOEFFICACIA] Segue il corso e raddoppia....

[#AUTOEFFICACIA] Segue il corso e raddoppia....

Questa è la storia di Marco Cappelletti, venditore classe 1977.

Marco viene in contatto con il corso Strategie per la tua Efficacia grazie all'intervista che mi fece tempo fa Marco Scabia, decide di comprare il corso ed il libro, studia l'autoefficacia e (Booom!!!) raddoppia le vendite in un paio di mesi.

Ma non è tutto, oggi sta applicando il metodo di "strategie per la tua efficacia" con i suoi clienti e le sue prospettive sono di quadruplicare.

Marco spiega tutto nel dettaglio in questo video. 

Guarda l'intervista completa!

[AUTOEFFICACIA] Intervista ad Andrea Ferri: Da dipendente ad imprenditore in 2 mesi.

[AUTOEFFICACIA] Intervista ad Andrea Ferri: Da dipendente ad imprenditore in 2 mesi.

Non sono bravo a fare le interviste, noterai che sono impacciato, per ora.

Comunque questa intervista ho deciso di condividerla con tutti perché sono rimasto colpito dalla storia di questo giovane libero professionista.
Andrea, abruzzese doc, era un dipendente sottopagato, programmatore web, che ha lavorato sulla sua autoefficacia ed ha ottenuto dei risultati interessanti e sopratutto veloci.

L’errore n°1 nel formulare un obiettivo e come risolverlo

L’errore n°1 nel formulare un obiettivo e come risolverlo

Non è possibile che continui ad accadere, ma qualche giorno fa un mio cliente mi scrive affranto sul gruppo facebook, a cui accedono coloro che hanno prenotato il mio libro e stanno facendo il corrispondente corso online. Il motivo della sua afflizione era che rileggendo il suo obiettivo sentiva una voce interiore che lo confutava ed invalidava, scoraggiandolo, invece di motivarlo.