Talento: come riconoscere il proprio e metterlo a reddito

Le persone nascono con un pacchetto interno di risorse in dotazione, di solito niente male, in alcuni casi, fantastico. 

Un biglietto in prima classe verso la felicità e la realizzazione personale. 

Basterebbe soltanto lavorarci su, con persistenza e raccogliere i frutti del proprio talento. 

Invece cosa fanno molti? 

Si sbattono, faticando spesso come schiavi, per imparare metodi strani, quando non addirittura strambi, al fine di sopravvivere, o meglio stentare a vivere.

Tutto un lavoro incasinato che serve solo ad una cosa: a perdere di vista il centro, il focus, l’essenziale.